Agevolazioni alle Start-Up

 

Fino a 1.500.000 Euro a tasso zero per i progetti ad alto contenuto tecnologico delle piccole startup innovative italiane….

 

 

Soggetti beneficiari
Possono beneficiare delle agevolazioni le start-up innovative, iscritte nell'apposita sezione speciale del Registro delle imprese, costituite da non più di 48 mesi:
a) di piccola dimensione, ai sensi del Regolamento di esenzione;
b) con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, fatto salvo quanto previsto più sotto.

Possono altresì richiedere le agevolazioni le persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa, ivi compresi i cittadini stranieri in possesso del visto start-up, purché' l'impresa sia formalmente costituita entro e non oltre 60  giorni dalla data della comunicazione di ammissione alle agevolazioni.
 
Ambito Territoriale
Italia
Programmi ammissibili
I piani di impresa possono avere ad oggetto la realizzazione dei programmi di investimento e/o il sostenimento dei costi di esercizio, per un importo complessivo di spese e/o costi ammissibili non superiore a Euro 1.500.000e non inferiore a  Euro 100.000.

Sono ammissibili alle agevolazioni i piani di impresa:
a) caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o
b) mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell'economia digitale, e/o
c) finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.
Spese ammissibili
I programmi di investimento devono:
a)    essere avviati successivamente alla presentazione  della domanda di agevolazione di cui all'art. 7. Per data di avvio del programma di investimenti si intende la data del primo titolo di spesa ammissibile;
b)    essere realizzati entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento, pena la revoca delle agevolazioni concesse.


Sono ammissibili i programmi  di investimento aventi ad oggetto l'acquisizione di:
a)    impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici, nuovi di fabbrica, funzionali alla realizzazione del progetto;
b)    componenti hardware e software funzionali al progetto;
c)    brevetti e licenze;
d)    certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, purche' direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa;
e)    progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento, nonche' relativi interventi correttivi e adeguativi.


Sono ammissibili i seguenti costi di esercizio, sostenuti dall'impresa beneficiaria nei 24 mesi successivi alla data di stipula del contratto di finanziamento:
a) interessi sui finanziamenti esterni concessi all'impresa;
b) quote di ammortamento di impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici, con particolare riferimento a quelli connessi all'utilizzo di tecnologie ICT, necessari all’attività di impresa, qualora per i medesimi beni non sia stata richiesta l'agevolazione delle spese di acquisizione ai sensi di quanto previsto al comma 3;
c) canoni di leasing ovvero spese di affitto relativi agli impianti, macchinari e attrezzature di cui alla lettera b). Gli interessi relativi ai predetti canoni di leasing sono ammissibili nella misura massima di cui alla lettera a);
d) costi salariali relativi al personale dipendente, nonche' costi relativi a collaboratori a qualsiasi titolo aventi i requisiti indicati all'art. 25, comma 2, lettera h),  numero  2),  del decreto-legge n. 179/2012;
e) licenze e diritti relativi all'utilizzo di titoli della proprieta' industriale;
f) licenze relative all'utilizzo di software;
g) servizi di incubazione e di accelerazione di impresa, con particolare riferimento a quelli forniti dagli incubatori certificati.
Agevolazione c/capitale
Per le start-up innovative localizzate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nel territorio del cratere sismico aquilano il finanziamento agevolato e' restituito dall'impresa beneficiaria in misura parziale, per un ammontare pari all'80% dell'importo del finanziamento agevolato concesso.
Agevolazione c/interessi
Ai soggetti sono concessi:
a) un finanziamento agevolato, a tasso zero, nella forma della sovvenzione rimborsabile, per un importo pari al 70% delle spese e/o costi ammissibili.

b) servizi di tutoraggio tecnico-gestionale limitatamente alle imprese costituite da non piu' di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

Nel caso di start-up innovative la cui compagine, alla data di presentazione della domanda di concessione delle agevolazioni, sia interamente costituita da giovani di eta' non superiore ai 35 anni e/o da donne, o preveda la presenza di almeno un esperto, in possesso di titolo di dottore di ricerca o equivalente da non piu' di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attivita' di ricerca o didattica da almeno un triennio, l'importo del finanziamento agevolato e' pari all'80% delle spese ammissibili.

 

Per maggiori informazioni, contattateci